Il duomo di Siena

Qui sotto il battistero in Piazza San Giovanni

Il duomo di Siena: opera sfarzosa e magnificenza di tutti i tempi dei tempi, simbolo della città insieme alla torre del Mangia e l’omonima piazza del Campo.

Da notare in primo piano la facciata con le sue particolari lavorazioni; il battistero con accanto una bella scalinata; l’interno della cattedrale con le arcate ed il pavimento svelato da poco tempo con delle sfiziose decorazioni; sculture e dipinti di artisti famosi, rimasti nella mente di tutti noi mortali.

Monumento realizzato con il marmo delle cave di Carrara ed altri materiali rinomati e preziosi; chiesa visitata da molti turisti, provenienti anche dall’estero (Giappone, USA, Germania, ecc.).

Da visitare il museo della Scala con i suoi reperti, che era un’ospedale ed un ritrovo di passaggio per i pellegrini della via Francigena.

Qui fatto il sacramento della cresima, con chiesa piena zeppa di gente cordiale e calorosa. Bella pure la piazza con i san pietrini, dove si possono guardare ed acquistare souvenirs degli ambulanti. Anche qui alloggiano i piccioni,come il resto della cittadina (purtroppo diversi malati e registrati diversi decessi).

Per una piccola città duomo un po’ troppo grande, ma nei tempi andati la voluminescenza rappresentava la grandezza della città; era e lo sarà per sempre l’emblema della cittadella.

Quello di Orvieto è molto simile e più piccolo, come già diversi sanno.

Precedente Recensione di un romanzo thriller Successivo GRUPPO "RACCONTI" SUGLI ANIMALI

Spero sia stato di vostro gradimento e leggiate ancora

Loading Facebook Comments ...