CASTAGNE MARONI E CALDARROSTE


Le castagne simbolo dell’autunno come i funghi e l’uva;bel passatempo anche raccoglierle e per la passeggiata nel bosco,più ganzo cuocerle perché scoppiettano e per il suo profumo particolare.

Stimolante e rilassante mangiarle la sera dopo una dura e stressante giornata di lavoro,fanno sentire anche più​ allegri e gioiosi.

I marroni ancora meglio hanno più sapore e rimangono più morbide;le castagne piccole​ più saporite e gustose lesse con il finocchietto selvatico e lasciano pure un bel retrogusto in bocca.

Questi frutti come risaputo s’accompagnano a favola con vini come il Lambrusco modenese ed in primis il novello tipico dell’autunno.Che belle  serate con buona compagnia e con il vino che rende più allegro tutto il contesto.

Buoni e golosi il castagnaccio,il mont-blanc ed i marrons-glaces(difetto un po’troppo dolci)che si usano per questi dolci; speciale anche la birra di castagne che si trova specie in montagna,a me piace quella del monte Amiata,sapore e gusto più deciso quella del Mugello.

Noiosi i gusci che pizzicano e provocano prurito 😔😞🌰🌰🌰🍪🍪🍪🍷🍷🍷🍇🍇🍇🍄

Precedente VECCHIE AUTOMOBILI Successivo Le chiocciole che bontà!

Spero sia stato di vostro gradimento e leggiate ancora

Loading Facebook Comments ...